Laos: Wat Phu il tempio della montagna patrimonio UNESCO

Il racconto della visita al Tempio laotiano patrimonio Unesco e la sorpresa al nostro rientro a Champasak.

Questa mattina a Champasak a darci il buongiorno è il gallo che con la sua voce ci sveglia alle 4.30 ed io grazie a lui vedrò una delle albe sul fiume Mekong più belle di tutta la mia vita. A farmi compagnia un cane di qua che pare contemplare con me così tanta la bellezza.

Read more

Champasak: l’ingresso in Laos del Sud via terra.

E’ una calda e umida mattina di gennaio quando attraversiamo a piedi il confine di Vang Tao, lasciandoci alle spalle la Thailandia per entrare in Laos.

A piedi si percorre un tunnel sotterraneo di cemento grigio a due corsie, una in entrata e l’altra in uscita, diviso da una ringhiera di tubulari in ferro grezzo alta fino al soffitto, una struttura fredda e impersonale che evoca i trascorsi drammatici di quei territori che ancora faticano a dissolversi.

Read more

Viaggio nel Sud del Laos: Xe Pian N.P. la foresta fantasma.

Come tutti gli anni utilizziamo le ferie per andare in un paese del mondo e scoprire la sua meravigliosa natura ma soprattutto per conoscere le specie animali a rischio, cercare di vederle da vicino con i miei occhi e provare a capire perché stiano scomparendo.

Quest’anno l’obiettivo era vedere il delfino dell’Irrawaddy e se non vedere almeno sentire l’incantevole suono emesso dal Gibbone dalla guance Rosa, un primate originario del sud est asiatico e che come bene sottolineato da tantissime e guide, soprattutto presente nelle foreste del Sud del Laos.

Read more