Lapponia informazioni pratiche parte 1: abbigliamento e costo del viaggio

Come ci si veste per affrontare un viaggio invernale oltre al Circolo Polare Artico e quanto costa un viaggio del genere per andare alla ricerca dell’aurora?
Quali sono le attività che si possono svolgere in loco e come si fa a vedere l’Aurora Boreale?

Il viaggio in Lapponia è stato davvero splendido e molti di voi mi hanno chiesto approfondimenti.
Ho cercato di raccogliere tutte le informazioni per rispondere alle vostre domande che suddividerò in più articoli; in questo trovate indicazioni riguardanti:

  • l’abbigliamento (cosa portare e cosa si trova in loco),
  • alcune utili curiosità,
  • il costo finale del viaggio (tutto compreso),
  • il perché (parere personale) è bene affidarsi ad un Tour Operator (TO) specializzato e quali sono i pro nel farlo,
  • il perché FuoriMappa ha scelto questo specifico TO,
  • e quali icone FuoriMappa sono state assegnate a questo viaggio.

Ma andiamo con ordine e partiamo dalle domande cruciali che in molti mi avete fatto:
Fa freddo in Lapponia, ecome ci si veste per affrontare l’inverno oltre a Circolo Polare Artico“?
La risposta ovviamente è: Sì, fa freddo…tanto!
Ma partiamo dal presupposto che come dicono da queste parti: “non fa freddo, hai solo un abbigliamento sbagliato”, sappiate che divertirsi a -30 G° oltre ad essere inaspettatamente bello, è anche possibile.
In linea di massima ci si veste come per andare a sciare ma attenzione per vivere in serenità le escursioni e divertirsi in sicurezza bisogna utilizzare esclusivamente l’abbigliamento che viene dato in dotazione in loco.

Ma partiamo con ordine e parliamo di quella che viene considerata la “regola degli strati” ovvero della sovrapposizione dei vestiti per non sentire freddo e non sudare.

Strato nro 1:
Il primo strato è quello a contatto con la pelle.
Indossate abiti che siano caldi (come la lana), traspiranti e tecnici e non vi creino irritazioni o fastidio.
1 strato parte inferiore del corpo/piedi e gambe: indossate un paio di sottocalze in cotone/seta, una calzamaglia in lana se soffrite il freddo un ulteriore paio di calze in lana e un paio di pantaloni tecnici aderenti anche leggermente felpati.
1 strato parte superiore del corpo Busto/braccia: 1 canotta in misto lana, 1 maglia attillata tecnica e termica, 1 pile leggero/medio.
Estremi mani/testa: per le mani è consigliabile avere anche dei sottoguanti, mentre le la testa oltre ad un cappello che vi copra anche le orecchie portatevi un sottocasco ed un collo in pile.
Personalmente ho trovato tutto alla Decathlon.

Il gruppo di FuoriMappa
Il gruppo di FuoriMappa

 

Strato nro 2:
Il 2 strato è in sostanza l’abbigliamento che viene fornito in loco per praticare le escursioni ed è tendenzialmente composto da 1 Tuta termica, 1 paio di scarponi di 1 taglia superiore alla solita per tenere i piedi caldi, 1 passamontagna e 1 casco con visiera. 

E’ possibile che in base al paese in cui si effettuano le escursioni ci siano delle differenze; ad esempio per tutte le escursioni fatte da Kilpisjarvi in Finlandia quali escursione in motoslitta, escursione notturna a caccia dell’aurora, la pesca su ghiaccio e la ciaspolata, oltre all’abbigliamento base quale tuta termica, scarponi, passamontagna e casco con visiera, avevamo in più a disposizione anche 1 paio di calze in pura lana ed 1 ulteriore 3 strato ovvero 1 Balaclava.
Senza questa attrezzatura non sarebbe possibile divertirsi in sicurezza senza sentire freddo quindi con i soli vostri abiti difficilmente riuscireste a stare a -30 senza soffrire il freddo.

Curiosità: lo sapevi che è bene NON UTILIZZARE creme idratanti?

Vuoi sapere perchè? La risposta è tanto semplice quanto intuitiva; le creme idratanti sono principalmente composte da una alta percentuale di acqua e l’acqua a così tanti gradi sotto lo zero gela praticamente all’istante…quindi se gela sulla nostra faccia, potrebbe causare anche ustioni importanti.
Non ci avevate pensato, vero? Nemmeno noi, ma è un buon suggerimento che ci è stato dato non appena arrivati in loco.

A tale proposito ci è stata raccontata anche una curiosità locale ovvero che gli abitanti di queste sperdute terre, in particolare i pastori di renne tendono a lavarsi meno durante l’inverno (non per tutto l’inverno ovviamente), per non togliere dalla pelle il grasso naturale che la protegge dal gelo tenendola idratata. In genere la mattina, si lavano pulendo giusto gli occhi con un goccio di acqua. So che per noi non è concepibile una cosa del genere, ma qui è questione di sopravvivenza a temperature davvero estreme.

Avventura presso Camp Tamok
Avventura presso Camp

Passiamo dunque ad un’altra domanda cruciale:…quanto è costato il viaggio?
Un viaggio come questo ha un costo medio di 1800/1900 € a persona.
Questa cifra è un costo finito che comprende quindi i voli aerei (tasse incluse), i vari trasferimenti con un pullman ed una guida (importantissima) italiana, i pernottamenti sia in hotel a Tromso la prima notte che le seguenti 3 notti in chalet con sauna e camino privati a Kipirsjarvi, tutte le escursioni (slitta trainata dai cani,moto slitta sul lago ghiacciato, escursione notturna a caccia dell’aurora, escursione con pesca su ghiaccio e ciaspolata, colazioni, pranzi e cene incluse (tranne la cena della 1 sera di arrivo a Tromso), abbigliamento in dotazione in loco! Assicurazione medico/bagaglio/annullamento!

 

Questo viaggio si aggiudica icone FuoriMappa.

Tree per l’ecosostenibilità e la tutela dell’ambiente 

People per il reinvestimento nella popolazione locale

FuoriMappa e il perché della scelta di questo Tour Operator:

Questo stato il primo viaggio di gruppo organizzato da FuoriMappa e come molti di voi sapranno, quello che faccio è selezionare sia le singole strutture che Tour Operator che reinvestono in tutela socio/faunistica e ambientale. Questa selezione la faccio a prescindere dal fatto che il viaggio sia organizzato in autonomia da me e per me, sia che lo stia organizzando per qualcun altro.

In ogni caso ecco perché per viaggi simili è bene affidarsi a Tour Operator specializzati:

E’ un viaggio costoso, quindi è bene che i soldi investiti diano il massimo del risultato e in questo caso la buona riuscita del viaggio è dettata principalmente da un’organizzazione perfetta dettata dall’esperienza e profonda conoscenza del territorio. I Tour Operator specializzati hanno esperienza e quando hai un tempo limitato come 5 giorni in totale di cui 2 di viaggio, non puoi permetterti di sbagliare nulla, soprattutto le tempistiche.

0 pensieri: dovrai preoccuparti solamente di andare in aeroporto e di portarti il vestiario base, perché a tutto il resto ci pensano loro. Per pochi giorni come in questo caso, non dovrai fare ricerche su quale sia il mezzo migliore per spostarti, dove dormire, quali escursioni fare perché è tutto PERFETTAMENTE organizzato.

Garanzia di un prezzo finito: i TO specializzati spesso acquistano voli in anticipo, quindi hanno la possibilità di garantirti il prezzo del viaggio anche quando i prezzi dei voli cambiano.

– E (last but not least) per me il viaggio è investimento e questo viaggio mi ha permesso di contribuire al sostentamento socio/economico/ambientale del luogo che ci ha ospitati in quanto il Tour Operator che ho scelto si rivolge alla popolazione locale, nel rispetto dell’ambiente e delle tradizioni e già nel 2010 ha vinto il premio per la sostenibilità, mica poco, no?

Lo chalet immerso nella neve
Lo chalet immerso nella neve

13 pensieri riguardo “Lapponia informazioni pratiche parte 1: abbigliamento e costo del viaggio

  • Molto interessante questo post (forte la spiegazione sul perchè non usare creme idratanti)! Sicuramente è un buon consiglio quello di affidarsi ad un Tour Operator serio per questo tipo di viaggio: vista la cifra, è il modo migliore per vivere al meglio e in sicurezza un’esperienza di questo genere!

    "Mi piace"

    • Grazie sono contenta sia stato utile e la questione crema idratante è davvero importante da tenere a mente. Si, la questione TO dipende molto dal tipo di viaggio. Per prima cosa l’ho scelto perchè è uno dei TO con i quali collaboro e so che reinvestono in loco in modo consapevole e responsabile. Nel 2010 avevano vinto un premio per la sostenibilità quindi in tempi non di moda come oggi. Inoltre c’è poco da fare, se fai 1 viaggio del genere le strutture sono quelle e le attività da fare anche, c’è poco su cui potersi sbizzarrire e i voli aerei quando comprati in anticipo dal TO come in questo caso non hanno paragoni con i prezzi dei voli che si possono acquistare da soli 🙂

      "Mi piace"

  • L’abbigliamento è fondamentale e anche quando sono stata a temperature simili in Norvegia, le persone che mi ospitavano mi hanno fornito tuta e scarponi, e anche con 25 gradi sotto zero sono riuscita a godermi l’esperienza senza soffrire il freddo.
    Questo viaggio è davvero un sogno, ragione per cui è importante affidarsi a un tour operator di persone esperte, poi se c’è un valore aggiunto come il ritorno sociale e ambientale, tanto meglio!

    "Mi piace"

    • Assolutamente! La selezione cade proprio sul fatto che i soldi impegnati nel viaggio vengano reinvestiti in territorio e non solo. Molti Tour Operator lavorano davvero bene in questa selezione e sono contenta di sostenerli 🙂

      Piace a 1 persona

  • Grazie per le utilissime informazioni. Come abbigliamento sarei praticamente a posto visto che faccio escursioni tutto l’anno. Per un viaggio così è fondamentale che tutto sia organizzato perfettamente e, se ci pensa qualcuno per noi, possiamo goderci meglio la vacanza.

    "Mi piace"

  • Siamo stati 2 volte in inverno a Rovaniemi in inverno ed è stata un’esperienza magnifica, indimenticabile! E’ davvero importantissimo avere l’abbigliamento giusto per godersi questo luogo in tranquillità.

    "Mi piace"

  • Abbiamo splendidi ricordi di Tromso ma non ci siamo spinte più a nord. Questo articolo è un’ottima guida per iniziare a progettare escursioni più impegnative…ma noi avevamo freddo già in quel di Tromso, d’estate! Sarebbe una vera sfida fare un viaggio di questo genere.

    "Mi piace"

Rispondi a Silvia The Food Traveler Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.